IO BRAMO DISUMANI LIVELLI DI VIOLENZA

IO BRAMO DISUMANI LIVELLI DI VIOLENZA
E nelle ultime settimane anche più del solito.

Io bramo disumani livelli di violenza contro gli antimperialisti selettivi, che si sono riempiti tanto la bocca di parole contro le esercitazioni russe al confine ma non si ricordano mai di tutti i soldati provenienti dalla parte sbagliata dell’Atlantico che lavorano nei nostri confini.

Io bramo disumani livelli di violenza contro gli ipocriti che dicevano di voler andare ad imbracciare i fucili per andare a combattere insieme ai nazionalisti ucraini per difendere la libertà dell’Europa, quando in casa loro non hanno mai fatto a pizze nemmeno col fratellino. 

Io bramo disumani livelli di violenza contro gli stessi di cui sopra quando definiscono “grandi combattenti per la libertà” degli skinhead che vanno in giro col volto di un collaborazionista nazista sulla propria mimetica, e poi piagnucolano scandalizzati per qualsiasi affermazione vagamente sovranista perché sarebbe “fascista”.

Io bramo disumani livelli di violenza contro quelli che nell’ultimo periodo straparlano del diritto di un paese all’autodeterminare il proprio schieramento politico internazionale, ma hanno poi giustificato tutti i golpe ed interventi militari a guida USA contro paesi non allineati; e che chissà, forse, qualche anno fa si sarebbero fatti invadere da cani e porci se il governo gialloverde avesse rispettato certe premesse anti-UE con cui era partito.

Io bramo disumani livelli di violenza forse perché invece di una scazzottata goliardica e poi di nuovo tutti a giocare a biliardo, sono abituato, come molti altri, a discutere e a ricevere notizie di politica nella trappola passivo-aggressiva dei commenti su facebook, polarizzatore di opinioni, dissipatore di energie.

Io bramo disumani livelli di violenza, e Putin forse sta dando una mano per soddisfarmi. Dai nonno Joe, ora tocca a te. Non penserai mica di rimanere a guardare no? D’altronde l’Ucraina è Europa, e la NATO esiste in teoria solo per difendere l’Europa da eventuali attacchi da est. È il nostro momento. Richiama gli alleati e mandaci al fronte. Non facciamoci sfiorare passivamente da questa guerra.

Ci siamo stufati di guerre viste al TG delle 20.30 mentre si cena e ne si spiega la lore alla mamma o alla fidanzata. Lascia che loro ci piangano vedendoci andare via, che tanto poi, fidati, la lore la spiegheremo loro tramite qualche lettera dal fronte.

Le atomiche esistono ma non si possono usare. La guerra è bella anche se fa male.

Ogni gioventù dovrebbe averne una, per soffrire davvero e per avere qualche atto eroico da raccontare ai propri nipotini. Magari capiremmo anche che gli imperialismi buoni non esistono e che schierarsi da una parte o dall’altra fa il bene di entrambe le parti. Magari avremo meno paura a lottare per quello che ci importa davvero, una volta avvezzi a lottare anche per gli interessi di qualcun altro.

Non hai davvero vissuto se non sei mai quasi morto per la più irrazionale e ancestrale delle ragioni: far morire qualcun altro che nemmeno conosci. Per questo bramo disumani livelli di violenza

disumani livelli di violenza

AO, Comitato Ventotene, Società Aperta e affini, mi raccomando eh, sono anni che dite che difendere l’Europa è il vostro obbiettivo nella vita, il vostro faro; quindi, sulla vostra infame presenza ci conto. Non vi mettete a fare la scena del matto a Cecchignola se un giorno vi arriva la letterina con la firma dell’Onorevole Guerini.

1
PRIMA SERATA STRAGOG, vista e diretta da ilBlast
2
TERZA SERATA STRAGOG, scritto e diretto da ilBlast
3
SECONDA SERATA STRAGOG, vista e diretta da ilBlast
4
La copertina sul nasino, risposta a La Repubblica, e a Francesco Piccolo
5
Intervista esclusiva: PADANIAN SHITPOSTER

Gruppo MAGOG