Respiriamo questa vita infinita.

Respiriamo questa vita infinita.
Poesie? Schizopoesie! Oggi con quel tocco di piacere, respiri e mormorii. Sospesi tra l'essere e l'esistere.

Respiro

Vorrei poter scolpire l’anima

mia nel silenzio.

Senza soffrire le ire.

Tutto questo ardire nel dire

ciò che è giusto sopperire.

Vorrei poter finire qui.

Inspiro

Tocchiamo il complesso a plesso dell’Emerso.

Voglio bisbigliare parole lontane.

Urlare.

Navigare.

Volare.

Finché, core meo, si arresta all’ebrezza di una carezza,

data con certezza.

Vivo nell’ incertezza.

Occhio

Rinnega la sera.

Spera serena.

Soffia leggera 

la cantilena.

Anela il soffio.

Ciglia

Scende inesorabilmente la

Goccia del Pianto. 

Canta oh Musa il tuo

Lamento. 

Sento 

Dentro

Il denso

Sentimento. 

Penso. 

Cantilena

La mia luna gira infinite volte 

Sull’Asse del Piacere. 

Sincere parole moriranno in questa notte 

Velata e celata

All’occhio. 

Di Piacere

Toccatevi tra gli spazi 

Inerti dei vostri corpi, 

Assorti al piacere 

Dell’Istante. 

Ansante di calore se

Ne esce il sospiro, 

Cheto sotto il velo. 

Uscita

Soffochi dentro le 

parole scarne, 

Ascoltate di sfuggita

In questa vita infinita.

Raccontami, o Musa, storie

Lontane di fate arcane. 

Breve sogno, desta

Le mie affrante membra. 

Ecco l’Eterno. 

poesie respiro
poesie eterno
1
IL BESTIARIO DEI PIRLә
2
Lys Noir, Intervista internazionale
3
SCANDERBEG: UN MATTO CON UN SOGNO INSENSATO
4
Giampiero Neri: Un Maestro in luce
5
LA POLITICA NON È UNA COSA PER VECCHI

Gruppo MAGOG